Spreco alimentare e progetto di sensibilizzazione “Too young to drink”.

L’amministrazione comunale ha incontrato i commercianti per trovare nuove opportunità di collaborazione.
Confronto positivo su alcuni progetti legati alla legge Gadda contro lo spreco alimentare e al progetto di sensibilizzazione “Too young to drink”.
Marano Vicentino. Si è svolto il 10 ottobre 2018, un incontro tra l’amministrazione comunale e i commercianti maranesi. Un momento positivo di confronto su alcuni temi importanti, come la legge Gadda contro lo spreco alimentare e farmaceutico, e il proseguimento del progetto di prevenzione “Too young to drink”.
L’assessore alle Attività produttive Alessandro Peron – coadiuvato per la parte fiscale dal tenente della Guardia di Finanza di Schio – ha illustrato ai commercianti presenti la possibilità di donare le eccedenze alimentari e farmaceutiche, beneficiando così di una riduzione sulla Tassa sui rifiuti (Tari). Il Regolamento per la disciplina dell’Imposta unica comunale (Iuc) del Comune di Marano, infatti, nell’articolo 24 bis sulla Tari (introdotto con modifica nel marzo 2018), recita: “Alle utenze non domestiche relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere, che in via continuativa devolvono prodotti alimentari derivanti dalla propria attività ad associazioni assistenziali, di volontariato od altri soggetti che svolgono attività benefiche verso la popolazione ai fini della redistribuzione a soggetti bisognosi, è riconosciuta una riduzione della parte variabile della tariffa”. Tale riduzione “non può superare il 20% della parte variabile della tariffa”.
In questo modo, attraverso la legge Gadda, il Comune ha istituito la possibilità di beneficiare di uno sconto sulla Tari per le attività commerciali “virtuose”, impegnate nella riduzione degli sprechi e delle eccedenze.
Successivamente, assessori e commercianti si sono confrontati sull’importanza di promuovere insieme la campagna “Too young to drink”: l’assessore ai Servizi alla persona e alla famiglia, Paola Sbalchiero, e la dott.ssa dell’Ulss, Fabrizia Polo, hanno illustrato i contenuti della campagna che vuole aumentare la consapevolezza dei rischi dell’esposizione prenatale all’alcol e sensibilizzare la comunità rispetto al fatto che l’alcol è non solo pericoloso in gravidanza, ma anche nocivo per il bambino in allattamento. Come è già stato fatto nel mese di settembre, in collaborazione con le attività commerciali maranesi, si vorranno riproporre dei momenti di sensibilizzazione della comunità su questo importante tema.
Infine, l’amministrazione ha dialogato con i commerciati al fine di risolvere alcune criticità emerse nell’organizzazione della prima edizione della corsa “La Maranea”, con la volontà, se possibile, di migliorare ulteriormente l’organizzazione dell’evento per l’edizione 2019, alla luce dell’ottimo risultato registrato da quella appena svolta.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...