Encomio solenne a Laura Vezzaro, fondatrice della “Casa de los niños Padre Mario”, in Ecuador.

“Dobbiamo dare fiducia ai giovani, perché la loro vita può essere qualcosa di davvero bello nel costruire relazioni e accoglienza”. 
 
Marano Vicentino. Un encomio solenne a Laura Vezzaro, fondatrice e gestrice della “Casa de los niños Padre Mario”, a Quindisilli in Ecuador. L’ha conferito ieri il Comune di Marano Vicentino alla giovane donna “che ha ispirato la propria vita ai fondamentali valori umani dell’aiuto al prossimo, specialmente a favore dei bambini più deboli”, come si legge nelle motivazioni dell’encomio.
“Laura Vezzaro ha saputo compensare la lontananza fisica da Marano, che la sua scelta di vita necessariamente determina, con una costante, e genuina vicinanza ideale con il suo paese. Questo legame ha generato e moltiplicato, negli anni, occasioni per accrescere e rafforzare la naturale predisposizione alla solidarietà di una significativa parte della popolazione maranese e delle realtà associative del territorio. La testimonianza di vita di Laura Vezzaro ha ispirato e continua a fornire una fortissima spinta motivazionale per la missione educativa e di servizio della comunità maranese”.

“Mi sento indegna di un titolo tanto importante”, ha commentato Laura Vezzaro. “Le persone profondamente umili non si fanno scalfire dall’essere o meno considerate e forse il mio disagio è segno del grande cammino che ho ancora da percorrere”. Laura ha accolto con gioia l’encomio in qualità di “rappresentante di un movimento di giovani, l’Operazione Mato Grosso, che desidera cercare qualcosa di vero per la loro vita, aiutando chi ha bisogno”. E ha ringraziato tutto il paese “per come, fin da giovane, mi ha sostenuto in questo sogno, accogliendoci spesso in tante famiglie e dandoci l’opportunità di trovare dei lavori da poter fare con i ragazzi. Tanti dei nostri bambini non sarebbero sopravvissuti senza la generosità della nostra comunità”. Durante la serata si è sottolineata anche l’importanza “dare fiducia ai giovani che la loro vita può essere qualcosa di davvero bello, che il loro aiuto e sforzo è speciale”.

Un pensiero condiviso dal sindaco, Piera Moro, che ha evidenziato come la Giunta abbia deciso di conferire questo encomio per “dare un significato pubblico ai cittadini di Marano che stanno diffondendo l’alto valore della comunità. Un valore che può essere artistico, culturale, letterario, ma anche di impegno sociale, rivolto a chi ha meno di noi, come nel caso di Laura, una giovane di Marano che sta dedicando la sua vita a bambini che lei chiama ‘speciali’, in Ecuador”.
“Un grazie va a vite belle come quella di Laura – ha concluso il sindaco –, donate agli altri, che sono per noi un riferimento e una luce: attraverso di loro vediamo la concretezza dei valori della prossimità e dell’accoglienza, fondamentali per l’intera comunità”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...