GIOVANI E LAVORO – FABIO SILVESTRI

Nato a Milano 36 anni fa, dopo aver studiato in un Istituto tecnico di informatica e aver lavorato diversi anni nel campo del sociale come operatore, oggi Fabio Silvestri si occupa della sua più grande passione, i computer. È titolare, infatti, assieme al cognato Michele Verde, originario di Salerno, del negozio “Mi fai 1 pc”, aperto quasi due anni fa in via IV Novembre. E ora è in progetto l’apertura di un altro negozio a Schio.

“Sono nato a Milano ma mi sento ormai Veneto a tutti gli effetti. Mi piace stare qua, ho deciso di rimanere a Marano perché è il posto in cui amo vivere”.

20140212_114409

Che servizi offre “Mi fai 1 pc”?

Ripariamo e vendiamo pc, tablet, smartphone, e offriamo qualsiasi tipo di servizio legato all’informatica e ai sistemi operativi in genere.

Com’è nata l’idea di aprire il negozio in via IV Novembre?

Camminavo per Marano, era il periodo del Pozzo dell’Arte 2012. Ero in giro per il centro in cerca di qualche opera interessante, quando ho visto quel negozio vuoto… Lì per lì non ho realizzato quello che avrei potuto farci, ma poi a casa, parlando con la mia compagna, è scattata la scintilla. È stata lei a spronarmi per aprire.

Avete aperto in un periodo di crisi, ci vuole una buona dose di coraggio…

E di incoscienza… Ricordo ancora il notaio… Alla fine ha voluto stringerci la mano, a me e a mio cognato Michele. Ci ha detto che eravamo i primi imprenditori sotto i 35 anni a fondare una società nel 2012… Io e mio cognato abbiamo iniziato con una scrivania e dei cacciaviti. Eravamo incoscienti ma ci credevamo.

Le difficoltà maggiori?

Trovare le motivazioni per non mollare di fronte ai problemi che inevitabilmente abbiamo incontrato. Entrambi abbiamo un mutuo che pesa sul collo e dei figli a cui pensare.

Com’è nata la tua passione?

Mio padre costruiva macchine di analisi ospedaliere per la Carlo Erba. Era nel mio dna, insomma, una certa predisposizione… Ho aperto il mio primo computer quando avevo 10 anni e da lì non ho più smesso di metterci le mani. Sono convinto che se una persona sente di avere un talento deve provare a coltivarlo ed esprimerlo. Io alla fine ho sempre riparato computer, anche quando lavoravo nel sociale, nelle case di riposo. Quando c’era un computer rotto lo portavano sempre a me. Ora è come se avessi realizzato un sogno.

Come si combatte la crisi?

Devo dire che a noi, la crisi, paradossalmente, ha fatto da trampolino di lancio. Le cose importanti sono due. Prima di tutto bisogna lavorare bene, instaurando buoni rapporti con i clienti. Se si lavora bene, poi la gente torna. Poi è essenziale fare rete. In particolare in un paese come Marano: collaborare fra di noi è l’unica arma che abbiamo.

In che modo si può collaborare?

In tanti modi, anche promuovendosi a vicenda. Noi stiamo facendo il giro di tutte le realtà commerciali locali in difficoltà per proporre forme di promozione gratuita, utilizzando i nostri mezzi. Ormai qui ci sono tutte le professionalità di cui una persona, nella norma, ha bisogno. Mi viene in mente un bravissimo imprenditore, qui di Marano, che fa assistenza stampanti e casse fiscali. Ma cosa succede? Succede che l’abitudine di rivolgersi sempre altrove, a realtà esterne e non di miglior livello, porta a spese maggiori e tempi più lunghi, e per di più toglie lavoro a chi lavora bene, come a quell’imprenditore in difficoltà, creando un buco nella rete. Bisogna invece imparare a promuoversi a vicenda e fare rete.

I vostri obiettivi?

Collegarci con qualsiasi realtà – meglio se si tratta di giovani maranesi che sono a piedi ma hanno voglia di fare – per sviluppare progetti che portino lavoro e ingrandiscano la realtà in cui ci troviamo. E poi fare formazione. Al momento stiamo formando un ragazzo di 18 anni, di Marano, che ci aiuterà a gestire il negozio di via IV Novembre. Fra aprile e maggio infatti apriamo un altro “Mi fai 1 pc” a Schio. Io andrò lì, inizialmente, per avviare l’attività, ma il punto di riferimento resterà a Marano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...